Bocconcini di baccalà in crosta croccante



Il baccalà è il merluzzo bianco conservato sotto sale e tale metodo è uno dei più antichi in assoluto. Prima dell'utilizzo necessita di essere immerso per lungo tempo in acqua fredda, per far si che perda la maggior parte del sale assorbito durante la conservazione. Oggi lo prepareremo con una croccante panatura, la stessa che utillizzo per rendere le arancine, grande classico della rosticceria palermitana, croccanti e asciutte.






foto 2013-10-04 20-25-52 c

Ingredienti: per 4 persone

per i bocconcini croccanti
800 g. di bocconcini di baccalà
farina 0
semola di grano duro
acqua
pangrattato
sale

per friggere
abbondante olio extravergine di oliva ( o se preferite, olio di semi di girasole)

Procedimento
Miscelate le due farine e aggiungendo l'acqua poco per volta, preparate una pastella, liscia e fluida; passate al suo interno i bocconcini di baccalà, eliminate la pastella in eccesso e quindi, passateli nel pangrattato. Ripetete questa operazione fino a panare tutti i bocconcini; al termine friggeteli  in abbondante olio caldo ma non bollente, per consentire al baccalà all'interno di cuocersi per bene. Fate sgocciolare l'olio in eccesso (anche se vedrete che con questo tipo di panatura l'olio non verra affatto assorbito), regolate di sale secondo il vostro gusto e servite ben caldi, magari accompagnando con dei semplici pomodori all'insalata conditi con olio, sale e origano.


collage 1
collage 2


Consigli
Potete anche gustare i bocconcini di baccalà con una panatura più tradizionale, semplicemente con uovo e pangrattato, oppure potete preparare una pastella più densa e lievitata (trovate qui la ricetta per preparare l'impasto), passare al suo interno i bocconcini e friggerli in abbondante olio; entrambe queste soluzioni sono altrettanto buone quanto quella che vi ho proposto precedentemente.


foto 2013-10-04 20-25-03 b

Post più popolari