Crackers alle erbe aromatiche ricavati dal lievito madre in esubero



Questa ricetta che vi propongo oggi nasce dall'esigenza di riutilizzare il lievito madre in esubero; ogni qualvolta lo rinfresco, mi avanza una parte di esso che, ovviamente, non mi va di buttare via, non amo gli sprechi in cucina e riutilizzo tutto quel che posso. Nasce così l'idea di usarlo come impasto base e non come lievito, per ricavare dei croccanti e friabili crackers home made. Il risultato è buonissimo, e ciò che più conta, sano e naturale.

foto 2013-11-26 12-21-09 c





Ingredienti:
600 g. di lievito madre
350 g. di Farina 0
130 g. di olio extravergine d'oliva
80 g. di olio di semi di mais
38 g. di vino bianco secco
12 g. di sale
erbe aromatiche (rosmarino, timo, maggiorana, ecc.)

Procedimento
Nella ciotola della planetaria, setacciate la farina per arieggiarla, aggiungete il lievito madre, l'olio extravergine di oliva, l'olio di semi, le erbe aromatiche tritate, inserire il gancio e iniziate a impastare; unite il vino zibibbo e, quando l'impasto si sarà formato, aggiungete il sale. Togliete dalla planetaria, fate riposare l'impasto per 30 minuti circa, quindi spolverizzare la spianatoia con la farina e stendetelo sottilissimo, circa 1 mm. di spessore aiutandovi con un mattarello. Una volta steso, mettetelo in una teglia foderata con carta forno e con una rotella dentellata tagliare tante strisce orizzontali e verticali dandogli così la forma dei crackers. Cuocerte in forno ventilato preriscaldato a 180° per circa 10 minuti fino a che risultino appena dorati. Una volta cotti, si staccheranno con facilità nel punto in cui sono stati tagliati con la rotella. Fate raffreddare del tutto i crackers a temperatura ambiente perché diventino croccanti e friabili, quindi conservateli in un barattolo ermetico di vetro oppure in una busta di plastica per alimenti, chiudendola per bene per evitare che prendendo aria perdano la loro fragranza.

collage 1

foto 2013-11-26 12-20-43 d


Consigli
Potete consumare i crackers semplici oppure  potete utilizzarli come aperitivo, spalmandone la superficie con un formaggio cremoso o con una mousse di tonno o di salmone affumicato.

foto 2013-11-26 12-21-36 b

Post più popolari